Cantinho de Morais

Margarida Amaral
Cantinho de Morais
Teso e musica di Mário João Pereira Simões
[1964]

Il 15 maggio 1964, ad Anversa, si ripete la finale di Coppa delle coppe tra Sporting Lisbona e M.T.K. Budapest. Dopo il 3:3 di due giorni prima, che divertì i pochissimi spettatori presenti all'Heysel, i portoghesi la spuntano. Per un solo gol. Segnato da João Pedro Morais, direttamente da calcio d'angolo. Una raffinatezza, spesso involontaria, che raramente si vede. Perché 'cantinho'? Perché, appunto, in portoghese, 'escanteio' o 'canto' sta per corner, calcio d'angolo ... Quel gol fu molto popolare, e si meritò una canzone che ebbe discreto successo da quelle parti.


L'uomo in più



Paolo Sorrentino debutta al cinema prima dell'inizio di Napoli-Perugia, al San Paolo, il 18 marzo 2001.

Qui la scena iniziale de "L'uomo in più". Il Molosso - l'allenatore interpretato da Nello Mascia - è ispirato al "Petisso" Bruno Pesaola, allenatore del Napoli, della Fiorentina campione d'Italia nel 1969 e del Bologna. Il personaggio di Antonio Pisapia è invece ispirato ad Agostino Di Bartolomei. Lo stadio nel quale Antonio Pisapia rientra in campo dopo la sfuriata dell'allenatore è appunto il San Paolo quel giorno.

L'"uomo in più" è la quarta punta che Antonio vuole aggiungere al suo schema di gioco: schema ispirato a quello applicato da Ezio Glerean con il Cittadella.